Discussion:
Calcolo buoni postali
(troppo vecchio per rispondere)
Maurizio
2005-07-14 08:36:50 UTC
Ciao,

vorrei poter calcolare i buoni ordinari/fruttiferi postali (interessi su
base bimestrale) come dal sito
https://open.bancopostaonline.poste.it/bpol/bfp/sel_bfp.asp con Excel.

Qualcuno sa se esista un lavoro simile?
gioemidi
2005-07-14 09:07:02 UTC
Ciao Maurizio
hai provato a scorrere il nutrito elenco di formule finanziarie esistenti in
excel?
Anche se non è proprio la stessa cosa guard il file a questo indirizzo
http://www.webalice.it/giovanni.emidi/ (calcola un mutuo e ne restituisce il
piano di ammoratamento) ... lavorandoci un po' sopra potresti ottenere la
stessa cosa per i buoni fruttiferi.
Post by Maurizio
Ciao,
vorrei poter calcolare i buoni ordinari/fruttiferi postali (interessi su
base bimestrale) come dal sito
https://open.bancopostaonline.poste.it/bpol/bfp/sel_bfp.asp con Excel.
Qualcuno sa se esista un lavoro simile?
Bruno Campanini
2005-07-14 12:34:15 UTC
Post by Maurizio
Ciao,
vorrei poter calcolare i buoni ordinari/fruttiferi postali (interessi su
base bimestrale) come dal sito
https://open.bancopostaonline.poste.it/bpol/bfp/sel_bfp.asp con Excel.
Qualcuno sa se esista un lavoro simile?
Per la serie Ordinaria, inizio 1/1/2000 e termine
31/12/2005, 21/12/2010, 31/12/2015, capitale 10000,
si evincono tassi (al lordo d'imposta) di circa:
3.93% 4.00% 4.32% rispettivamente.

Si potrebbe sviluppare un progetto di calcolo
al 4.00% (da cui detrarre l'imposta del 12.50%)
accettando di constatare alcuni lievi scarti.
Ovvero venire a conoscenza del procedimento
esatto applicato dalle Poste.

Bruno
Maurizio
2005-07-14 12:52:08 UTC
Post by Bruno Campanini
Per la serie Ordinaria, inizio 1/1/2000 e termine
31/12/2005, 21/12/2010, 31/12/2015, capitale 10000,
3.93% 4.00% 4.32% rispettivamente.
Si potrebbe sviluppare un progetto di calcolo
al 4.00% (da cui detrarre l'imposta del 12.50%)
accettando di constatare alcuni lievi scarti.
Ovvero venire a conoscenza del procedimento
esatto applicato dalle Poste.
Ciao Bruno,
so che questi sono i parametri: serie, emissione da-a, % tasso interessi con anni da:

SERIE DA A 1-5 6-10 10-15 16-20
R 01/11/95 30/11/96 7,00 8,00 9,00 11,50
S 01/12/96 30/06/97 5,50 6,50 7,50 9,00
T 01/07/97 31/12/97 4,75 5,75 6,75 8,25
U 01/01/98 09/12/98 4,25 4,75 5,50 6,50
V 10/12/98 01/03/99 3,50 4,15 4,75 6,00
W 02/03/99 31/12/99 3,00 3,50 4,25 5,25
X 01/01/00 31/07/00 3,25 4,00 4,75 5,75
Z 01/08/00 31/12/00 4,50 5,25 5,75 6,50

alcune info tratte da POste SpA:

Articolo 3 - Durata
I buoni hanno una durata massima di venti anni dalla data di sottoscrizione e sono liquidati, in linea capitale e
interessi, alla scadenza del ventesimo anno.

Articolo 4 - Rendimenti
Per ciascuna emissione i tassi d’interesse nominali annui lordi praticati sui buoni sono quelli riportati nella tabella A
allegata al presente Foglio Informativo e Regolamento del prestito, unitamente al tasso effettivo di rendimento alla
fine di ciascun periodo di possesso.

Articolo 5 - Modalità di calcolo degli interessi
Gli interessi sono calcolati su base bimestrale in regime di capitalizzazione semplice e capitalizzati annualmente in
regime composto. Gli interessi sono corrisposti al momento del rimborso del buono. Non sono corrisposti interessi
per i buoni rimborsati prima che sia trascorso un anno dalla sottoscrizione, nonché dal giorno successivo alla
scadenza del ventesimo anno dalla data di sottoscrizione. Nell’allegata tabella B sono riportati i coefficienti per la
determinazione dell’importo lordo e netto riconosciuto alla scadenza di ogni bimestre a decorrere dalla data di
sottoscrizione.

Articolo 6 - Intestazione
I buoni possono essere intestati sia a persone fisiche che a persone giuridiche. E’ ammessa la cointestazione dei
buoni a più soggetti, in numero non superiore a quattro, con facoltà di rimborso disgiunto per ciascun intestatario,
fatta salva la possibilità di escludere detta facoltà all’atto della sottoscrizione. Non sono ammesse cointestazioni
tra soggetti maggiorenni e minorenni, né tra soggetti minorenni. Nel caso in cui l’intestatario, al momento della
richiesta di rimborso, risulti ancora minorenne, i buoni, conformemente alla previsione dell’art. 320, comma 4, del
Codice civile possono essere rimborsati soltanto in presenza di un provvedimento di autorizzazione del giudice
tutelare.
I buoni dematerializzati recano la medesima intestazione del conto corrente postale o del libretto di risparmio
postale, necessari per la sottoscrizione degli stessi.

Articolo 7 - Tagli, sottoscrizione e rimborso
I buoni rappresentati da documenti cartacei nominativi, in tagli da 50,00 - 100,00 - 250,00 - 500,00 - 1.000,00 -
2.500,00 - 5.000,00 euro, sono sottoscrivibili e rimborsabili presso tutti gli uffici postali. All’atto della sottoscrizione
viene consegnato il relativo documento cartaceo, unitamente al presente Foglio Informativo e Regolamento del
prestito.
I buoni dematerializzati sono sottoscrivibili e rimborsabili esclusivamente per tagli pari a 250,00 euro e multipli,
presso tutti gli uffici postali, nonché attraverso il sito Internet di Poste Italiane S.p.A. www.poste.it. Per la
sottoscrizione Ú necessaria la titolarità di un conto corrente postale o di un libretto di risparmio postale aventi la
medesima intestazione dei buoni. Le sottoscrizioni in via telematica sono riservate ai titolari di conto corrente
postale abilitati al servizio BancoPostaonline. Le sottoscrizioni presso gli uffici postali sono effettuate per iscritto e
un esemplare del contratto Ú consegnato al sottoscrittore, unitamente al presente Foglio Informativo e
Regolamento del prestito. La conferma della sottoscrizione effettuata in via telematica viene trasmessa mediante
l’invio di una e-mail all’indirizzo di posta elettronica del sottoscrittore. La conferma del rimborso richiesto in via
telematica viene trasmessa mediante l’invio di una e-mail all’indirizzo di posta elettronica del richiedente.
L’importo massimo sottoscrivibile da un unico soggetto nella stessa giornata lavorativa presso uno o più uffici
postali, ovvero mediante sottoscrizione telematica, Ú pari ad 1.000.000,00 di euro.

Articolo 8 - Rimborso anticipato
A richiesta del titolare, i buoni rappresentati da documento cartaceo possono essere rimborsati anticipatamente
con diritto alla restituzione del capitale sottoscritto e alla corresponsione degli interessi calcolati secondo le
modalità indicate all’art. 5 del presente Regolamento del prestito.
A richiesta del titolare, i buoni dematerializzati possono essere rimborsati anticipatamente per importi sottoscritti di
250,00 euro e multipli con diritto alla restituzione del capitale e alla corresponsione degli interessi calcolati
secondo le modalità indicate all’art. 5 del presente Regolamento del prestito.

Articolo 9 - Limiti alla circolazione dei buoni
I buoni non sono cedibili, salvo il trasferimento per successione per causa di morte del titolare o per cause che
determinino successione a titolo universale. I buoni non possono essere dati in pegno.

Articolo 10 - Termini di prescrizione
I diritti dei titolari di buoni rappresentati da documenti cartacei nominativi si prescrivono a favore dell’Emittente,
trascorsi dieci anni dalla scadenza del titolo.

Articolo 11 - Regime fiscale
Gli interessi maturati sui buoni sono soggetti al regime dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nella misura
del 12,50%, di cui al decreto legislativo 1 aprile 1996, n. 239 e successive modificazioni.

Articolo 12 - Spese e commissioni
Nessuna spesa e commissione Ú prevista per la sottoscrizione ed il rimborso dei buoni. La duplicazione del buono
comporta il pagamento di € 1,55 per ogni buono indipendentemente dal valore nominale dello stesso.
Bruno Campanini
2005-07-14 19:33:35 UTC
Post by Bruno Campanini
Per la serie Ordinaria, inizio 1/1/2000 e termine
31/12/2005, 21/12/2010, 31/12/2015, capitale 10000,
3.93% 4.00% 4.32% rispettivamente.
Si potrebbe sviluppare un progetto di calcolo
al 4.00% (da cui detrarre l'imposta del 12.50%)
accettando di constatare alcuni lievi scarti.
Ovvero venire a conoscenza del procedimento
esatto applicato dalle Poste.
Ciao Bruno,
so che questi sono i parametri: serie, emissione da-a, % tasso interessi con anni da:

SERIE DA A 1-5 6-10 10-15 16-20
R 01/11/95 30/11/96 7,00 8,00 9,00 11,50
S 01/12/96 30/06/97 5,50 6,50 7,50 9,00
T 01/07/97 31/12/97 4,75 5,75 6,75 8,25
U 01/01/98 09/12/98 4,25 4,75 5,50 6,50
V 10/12/98 01/03/99 3,50 4,15 4,75 6,00
W 02/03/99 31/12/99 3,00 3,50 4,25 5,25
X 01/01/00 31/07/00 3,25 4,00 4,75 5,75
Z 01/08/00 31/12/00 4,50 5,25 5,75 6,50

alcune info tratte da POste SpA:

Articolo 3 - Durata
I buoni hanno una durata massima di venti anni dalla data di sottoscrizione e sono liquidati, in linea capitale e
interessi, alla scadenza del ventesimo anno.

Articolo 4 - Rendimenti
Per ciascuna emissione i tassi d’interesse nominali annui lordi praticati sui buoni sono quelli riportati nella tabella A
allegata al presente Foglio Informativo e Regolamento del prestito, unitamente al tasso effettivo di rendimento alla
fine di ciascun periodo di possesso.

Articolo 5 - Modalità di calcolo degli interessi
Gli interessi sono calcolati su base bimestrale in regime di capitalizzazione semplice e capitalizzati annualmente in
regime composto. Gli interessi sono corrisposti al momento del rimborso del buono. Non sono corrisposti interessi
per i buoni rimborsati prima che sia trascorso un anno dalla sottoscrizione, nonché dal giorno successivo alla
scadenza del ventesimo anno dalla data di sottoscrizione. Nell’allegata tabella B sono riportati i coefficienti per la
determinazione dell’importo lordo e netto riconosciuto alla scadenza di ogni bimestre a decorrere dalla data di
sottoscrizione.

[...]
I calcoli che fanno loro non mi tornano perché,
come le banche, non conoscono la matematica.
E si sbagliano però sempre per un verso solo.

Nel sito che mi hai indicato ho inserito i
seguenti dati:
1000 Euro, dal 1/9/2000 al 31/8/2005.
Viene mostrato un montante lordo di
Euro 1237.24, una RF di 29.65 (che in reltà
Ú di 29.66 come dovrebbe) e un montante netto
di Euro 1207.58.

Con tali dati il tasso annuo effettivo Ú
del 4.35% al lordo di RF, e del 3.84%
al netto di RF.

Comunque dire che "gli interessi sono calcolati
bimestralmente in regime di capitalizzazione
semplice e capitalizzati annualmente in regime
composto" Ú - ai fini del calcolo degli interessi -
un inutile giro di parole.
Se il tasso annuo effettivo Ú i e il capitale C,
il montante alla fine dell'n-esimo anno Ú
comunque C * (1 + i)^n.

Bruno
m***@gmail.com
2012-07-23 14:59:38 UTC
Post by Maurizio
Ciao,
vorrei poter calcolare i buoni ordinari/fruttiferi postali (interessi su
base bimestrale) come dal sito
https://open.bancopostaonline.poste.it/bpol/bfp/sel_bfp.asp con Excel.
Qualcuno sa se esista un lavoro simile?